Adesivi antisemiti in Curva Nord, niente porte chiuse. Multa di 50 mila euro alla Lazio

di Redazione

La Procura aveva chiesto la sanzione di “due turni a porte chiuse e 50mila euro di ammenda” per la Lazio nel processo sportivo relativo al “caso Anna Frank”, ovvero agli adesivi antisemiti attaccati da alcuni tifosi biancocelesti in curva Sud prima della sfida dello scorso 22 ottobre contro il Cagliari. La Federcalcio, stamane, ha reso noto che la società del presidente Lotito dovrà semplicemente pagare la multa, ma potrà contare sui suoi tifosi. Il Tribunale Federale Nazionale presieduto da Cesare Mastrocola, infatti “in parziale accoglimento del deferimento del Procuratore Federale, ha sanzionato la Lazio con un’ammenda di 50mila euro in merito a quanto accaduto lo scorso 22 ottobre in occasione del match casalingo con il Cagliari valevole per il campionato di Serie A, quando alcuni tifosi avevano introdotto e affisso all’interno della Curva Sud dello Stadio Olimpico diversi adesivi riportanti l’effige di Anna Frank.