L’ambasciatore in Italia: «Cengiz, orgoglio turco»

di Redazione

Corriere dello Sport (G.D’Ubaldo)Cengiz Ünder è diventato un fenomeno nazionale, un passepartout per portare gli Europei in Turchia. Il giovane attaccante della Roma vive un periodo di grande popolarità nel suo Paese e anche all’ambasciata turca di via Palestro sono diventati tutti romanisti. A cominciare dall’ambasciatore Murat Salim Esenli,
che ci ha ricevuto ieri per parlarci del fenomeno-Under: «Cengiz è molto famoso, soprattutto dopo le ultime partite. Per noi è una grande gioia vedere un giocatore così bravo in Italia. Mio figlio è tifoso romanista e Ünder sta giocando bene da alcune partite, ora ha trovato anche i gol. Si è già ambientato nel calcio italiano. Ho avuto occasione di incontrarlo la prima volta il 29 ottobre n occasione della festa della Repubblica, è venuto a farci visita in Ambasciata. Il calcio è molto importante qui, ma anche da noi. Ci dispiace che Italia e Turchia non ci saranno al Mondiale».

EUROPEO – La Turchia è candidata all’organizzazione dell’Europeo 2024 e l’ambasciatore punta su Ünder: «Ci auguriamo che la popolarità che sta avendo Cengiz possa sostenere la nostra candidatura. Il nostro Paese fa molti investimenti per il calcio e per migliorare gli stadi. Prepariamo una grande accoglienza per i tifosi stranieri. Ci teniamo molto a organizzare l’Europeo». In Turchia si parla molto del gioiello della Roma: «Per noi è motivo di orgoglio avere un giocatore così bravo in Italia. Non è la prima volta che succede, Can Bartu fu un precursore, ma Ünder si è imposto molto più giovane, è importante che questo successo possa durare il più a lungo possibile. Lui ha la cultura del Mediterraneo, si sente come se fosse a casa». L’ambasciatore ama il calcio: «Andrò a vedere Roma-Milan. Quella sera ci sarà anche il Console turco che viene da Milano e tifa Milan. Ci saranno due giocatori turchi in campo, anche Çalhanoglu rappresenta il nostro Paese. Speriamo vinca la Roma». Lo sponsor della Roma potrebbe essere la compagnia aerea turca. Con Ünder si vola: «Non mi intendo di questioni commerciali, ma il momento d’oro di Ünder potrebbe favorire questo accordo. Le nostre relazioni bilaterali sono molto forti, Ünder contribuirà molto. E’ un esempio per i giovani». Chiude con una speranza: «Ci rivediamo qui con Cengiz, quando vincerà lo scudetto con la Roma».