Genoa-Roma 0-1: le pagelle. Fazio domina la difesa, moto perpetuo Nainggolan. Decisivo Szczesny

di Redazione

Pagine Romaniste (S.Indovino) – Successo di misura per la Roma che festeggia la vittoria grazie a un autogol di Izzo. Primo tempo di altissima intensità da parte dei giallorossi che schiacciano il Genoa nella propria metà campo creando numerose palle gol. La gara viene sbloccata dalla sfortunata deviazione del giocatore napoletano che insacca nella propria porta un tiro sbilenco di Bruno Peres. Nella ripresa i capitolini hanno diverse occasioni per raddoppiare non riuscendo comunque a mettere la partita in ghiaccio. Bene la fase difensiva soprattuto nel finale, quando i rossoblù erano interamente riversati in avanti.

ROMA

Szczesny 7 – Dopo appena 48 secondi è subito impegnato da un tiro di Laxalt su cui è bravo a deviare in angolo. 90 minuti di normale amministrazione per il polacco fino a quando all’ultimo respiro respinge con un balzo felino un tiro di Ocampos destinato all’incrocio dei pali.

Rudiger 6.5 – Buona la gara difensiva del tedesco che ha di fronte un cliente insidioso come Laxalt. Aiutato da Peres in copertura, l’uruguaiano viene arginato non riuscendo a creare grossi problemi. Ammonito, salterà la prossima gara contro l’Udinese.

Fazio 7 – Manolas siede in panchina a causa della forma fisica non eccelsa e allora l’argentino conferma il suo buon momento elevandosi a leader difensivo. Ancora una volta tutte le palle alte sono preda della sua testa. Unico brivido a metà ripresa quando un rinvio sbilenco potrebbe favorire gli attaccanti genoani.

Juan Jesus 6.5 – Spalletti lo rispolvera da titolare dopo due mesi tondi tondi. Il brasiliano si comporta bene intervenendo in maniera pulita e precisa quando serve. Qualche imprecisione con i piedi ma la prestazione è comunque positiva.

Bruno Peres 6.5 – Scende in campo con maggior convinzione rispetto le ultime uscite. Mette il suo zampino nel gol decisivo grazie alla sua conclusione che, senza la deviazione di Izzo, sarebbe tuttavia terminata abbondantemente a lato. Ancora impreciso nell’ultimo passaggio: i suoi cross non colgono mai i compagni posizionati in area.

Emerson Palmieri 7 – Ancora una volta è tra i più incisivi della Roma. Il lavoro di Spalletti su questo ragazzo si vede ogni giorno di più e anche oggi la performance del classe ’94 è positiva specialmente sul profilo difensivo.

Strootman 6.5 – Parte leggermente in sordina perdendo qualche pallone sanguinoso per poi crescere con il passare dei minuti. Si invola spesso e volentieri in avanti facendo ripartire alcuni contropiedi giallorossi. Nella ripresa ha una buona occasione da rete ma l’olandese preferisce cercare un difficile assist anziché concludere in porta.

De Rossi 6 – Gioca da difensore aggiunto coprendo le sortite offensive dei compagni. Gara sufficiente di DDR che, come Rudiger, sarà costretto a saltare l’insidiosa trasferta in Friuli a causa del giallo subito.

Nainggolan 7 – L’intensità in mezzo al campo è sempre la stessa e anche quest’oggi il Ninja conferma la sua verve. Dopo pochi minuti non finalizza un grande assist di Dzeko calciando a lato ma grazie alla grandissima quantità di palloni toccati il belga figura anche quest’oggi tra i migliori.

Perotti 5.5 – L’argentino è troppo avulso dalla manovra giallorossa. Qualche buono scambio con Emerson sulla fascia sinistra ma poco di più. L’aria di Genova non gli fa bene e non riesce mai a creare la superiorità numerica. Spalletti lo rileva a un quarto d’ora dal termine inserendo El Shaarawy.

Dzeko 7 – Non riesce a iscrivere il suo nome sul taccuino dell’arbitro per la 14° volta stagionale ma è il protagonista di tutte le azioni pericolose della Roma. Fa a sportellate con Izzo e Burdisso uscendo spesso vincitore dal duello. Va vicinissimo alla rete nella ripresa quando, grazie a un anticipo da vero bomber, colpisce col sinistro e coglie il palo.

El Shaarawy s.v – Entra quando i giallorossi sono schiacciati in difesa non riuscendo a dare lo strappo decisivo per il raddoppio in contropiede.

Manolas s.v – Inserito dal tecnico a pochi istanti dalla fine quando i rossoblù stavano insistendo con i cross alti.

Paredes s.v – Spalletti lo butta nella mischia per gestire il risultato grazie alle sue qualità di possesso.

Spalletti 6.5 – L’allenatore toscano deve rinunciare a Manolas schierando Juan Jesus nella difesa a tre insieme a Rudiger e Fazio. Rilega Peres e Emerson nelle posizioni a loro preferite e i brasiliani lo ripagano con delle prestazioni attente dal punto di vista sia difensivo che offensivo. Manca la lucidità per chiudere la partita: troppe le occasioni non finalizzate nel corso dei 90 minuti.